Il 24 ottobre abbiamo contattato il preside Daniel Pestourie, per comunicargli le preoccupazioni delle famiglie circa la preparazione dei futuri maturandi agli esami di bac.Abbiamo ricordato la difficile situazione dei maturandi del 2020, che già l’anno scorso si erano visti penalizzati con una valutazione finale basata sui voti dei soli primi due trimestri (voti notoriamente inferiori a quelli finali). Abbiamo anche ricordato che, dal 3 settembre, gli studenti degli ultimi due anni del liceo hanno avuto solo la metà delle ore di insegnamento, a differenza dei loro colleghi di altri licei francesi all’estero.Abbiamo richiesto per gli studenti delle classi di bac un insegnamento a tempo pieno a partire dal 2 novembre (anche a distanza in considerazione della situazione sanitaria e delle ultime direttive italiane), che consenta loro di raggiungere quel livello di eccellenza che è sempre stato proprio della nostra scuola.Il preside è stato molto disponibile e attento, ma purtroppo non ha una soluzione immediata da proporre. Abbiamo insistito sulla necessità di comunicare alle famiglie i prossimi sviluppi e le motivazioni di tali scelte. A breve dovrebbe pervenirvi una comunicazione del preside. In ogni caso, abbiamo chiesto che la situazione particolare dei nostri studenti del liceo venga tenuta in considerazione nella valutazione finale del bac.Abbiamo colto l’occasione per ricordare l’importanza dell’autocertificazione in vista dell’evoluzione della pandemia. Il preside ha confermato che sarà obbligatorio presentarla al rientro a scuola il 2 novembre.

Auguriamo una buona fine delle vacanze a tutti gli studenti e non vediamo l’ora di vedervi presto!