L’Assemblea Generale dell’APEC si è tenuta a Strohl-Fern il 29 maggio. In questa occasione, l’APE esprime la sua adesione alle azioni ed ai valori portate dall’APEC, e portare alle famiglie alcuni elementi esplicativi.

Gli Ateliers dell’Apec mirano ad offrire delle attività ad un massimo di bambini, per un costo limitato per le famiglie. Non si tratta di attività extrascolastiche al senso italiano, ma piuttosto di un sistema ispirato alle attività parascolastiche francesi, migliorate  delle possibilità offerte dalla cornice di Strohl-Fern.

Questo impegno di accessibilità a tutti e di costo contenuro è il fondamento dell’Apec che è stato creato all’origine da insegnanti della scuola. È del resto inserito nello statuto dell’associazione. Ora il bureau dell’Apec è composto di genitori volontari.

La varietà delle attività sportive, culturali e manuali proposte permette una scoperta ludica ma tanto formatrice per lo sviluppo dei bambini. L’APE si rallegra della riuscita degli Ateliers dell’Apec e desidera assicurare l’associazione del suo sostegno.

Qualche punto sull’assemblea generale del 29 maggio :

  • Il preside e la direttrice ringraziano l’Apec per il lavoro e anche la flessibilità durante i lavori passati e futuri sul sito. La direzione sottolinea che l’Apec fa parte integrante del dispositivo scolastico ed educativo come gli associazioni Flam e Chateau musique.
  • Le associazioni di genitori ringraziano l’Apec per la diversità delle attività e la reattività a raddoppiare un’attività molto richiesta, come la ceramica.
  • L’Apec evoca alcune difficoltà, come la necessità di creare la propria infermeria, per l’impossibilità di utilizzare quella della scuola.
  • L’ufficio è dimissionario per statuto; la presidente è rinnovata, con un ufficio leggermente modificato, un uscente, un entrante.

 

Il sito dell’Apec